Fornetto elettrico, cosa c’è da sapere

Le informazioni per guidare all’acquisto di un buon prodotto non sono mai troppe e il fornetto elettrico non fa eccezione. Vediamo cosa c’è da sapere, magari dispensando qualche utile ‘dritta’ a riguardo e se non basta ecco la ‘crema’ del mercato di settore in questa carrellata di migliori fornetti elettrici. Cominciamo col chiederci cosa si vorrebbe cucinare, chiudendo gli occhi e sognando il piatto dei desideri. E’ un buona ‘bussola’ per orientarci nella scelta, in quanto non esiste un fornetto per tutto, ma ve ne sono di ogni tipo per cotture più o meno mirate. Se si è arrivati al punto di volere a tutti i costi un fornetto è perché il forno canonico non ci soddisfa o per avere un’alternativa che lo sostituisca quando serve. In tutti i casi, si deve considerare che sta entrando in casa una new entry a cui dover trovare posto, ecco perché è indispensabile ancor prima di muoversi per l’acquisto munirsi di metro e prendere qualche misura, non prima di aver deciso il posto o il banco da destinare al nuovo arrivato.

Una volta che si è capito dove e come cucinare con il fornetto, si è già a buon punto per procedere nella ricerca, che rischia di sommergerci per l’onda titanica di offerte e promozioni che piovono da ogni dove. Prima o poi si riuscirà a venirne a capo e a individuare un modello di fornetto elettrico che potrebbe fare al caso nostro. E’ questo il momento di fare le ultime valutazioni del caso o, se non si trovano da soli, chiedere a un consulente o alla rete di scioglierci gli ultimi dubbi sull’uso e consumo dell’apparecchio. Intanto, verificarne la potenza, che se troppo bassa non assicurerà le massime performance, se troppo alta renderà più salata la bolletta.

In genere si va da un wattaggio di 600 a un massimo di 1200w, anche se le potenze maggiori attengono a modelli usati in ambito professionale, mentre per utilizzi domestici la potenza è solitamente più calmierata, senza per questo intaccare le prestazioni del fornetto. In ogni caso, non è che si dovrà rottamare il forno principale, che può sempre rendersi utile per cotture più impegnative, lasciando il fornetto per i contorni, ad esempio, o per scongelare i cibi e tenerli in caldo. Attenzione, però, a non accenderli insieme se anche il forno tradizionale è elettrico, sempre meglio evitare sovraccarichi di tensione che potrebbero crearsi tenendo accesi più elettrodomestici contemporaneamente.